Seleziona il paese/lingua

Se avete voglia di un'escursione culturale come per esempio andare a visitare una bella mostra, consultate il nostro calendario con una selezione delle esposizioni da non perdere in Vallonia nei prossimi mesi! 

 

Liegi | Fino all'8 gennaio 2023

Europa Expo propone un viaggio appassionante alla scoperta dei vari volti del Giappone. Un paese ricco di una cultura intrisa di tradizioni ancestrali che si ritrovano ancora ai giorni nostri.

Dalla gastronomia alla religione, passando da Tokyo, Godzilla fino ai manga in un percorso immersivo che esplora l'arcipelago nipponico fin nei suoi angoli più nascosti.

Grand-Hornu | Fino all'8 gennaio 2023

« Au charbon! Pour un design post-carbone » è la prima esposizione organizzata al CID, sul sito del Grand-Hornu sul tema del carbone, combustile che provocò una svolta irreversibile durante la Rivoluzione Industriale. 

L'esposizione è concepita come una conversazione tra diverse discipline che combinano i ricordi del passato all'attualità bisognosa di soluzioni. Gli oggetti esposti sono al contempo una triste constatazione e motivi di speranza.

Mons | Fino all'8 gennaio 2023

Il Museo delle Belle Arti di Mons presenta « L'essenza delle cose passate e presenti », una straordinaria esposizione dell'opera di Joan Miró, celebre pittore catalano.

Viaggiate seguendo le opere dell'artista: dipinti, opere su carta e sculture dai suoi primi lavori in Catalogna fino alle influenze del primitivismo.

Mons | Fino all'8 gennaio 2023

Visitare l'esposizione « Le voyageur et son ombre », significa immergersi nelle emblematiche collezioni del BAM riscoprendole con uno sguardo nuovo. 

In questa occasione il BAM, Museo delle Belle Arti di Mons ha lasciato libertà alla creatività dell'artista contemporaneo Xavier Noiret-Thomé per omaggiare le collezioni del BAM della seconda metà del XX secolo mettendole in dialogo con le sue opere personali. 

 La città di Mons, che fu Capitale Europea della Cultura del 2015 conta numerosi musei con straordinarie collezioni e storie tutte da scoprire! 

La Hulpe | Fino al 15 gennaio 2023

Omaggio all'opera di « Jean-Jacques Sempé » alla Fondation Folon.

Questa prima eccezionale esposizione di Sempé in Belgio, presenta 120 disegni originali dal tratto in stile acquarello dai primi disegni umoristici alla creazione del Petit Nicolas, passando dalle numerose copertine del New Yorker.

Una totale scoperta dell'universo "deliziosamente crudele, strano e spietatamente poetico" del disgnatore.

Charleroi | Fino al 22 gennaio 2023

Il Museo della Fotografia di Charleroi presenta « AREA 51, NEVADA, USA », un film di Annabelle Amoros che esplora i dintorni di una zona militiare iper protetta situata nel deserto del Nevada negli Stati Uniti.

Il corto metraggio vi sorprenderà! Con una mistoriosa atmosfera sonora e visiva il film vi porta in viaggio alla frontiera con un altro mondo che ha il gusto del proibito.

Charleroi | Fino al 22 gennaio 2023

Joris Deglas propone un'immersione nel mondo delle famiglie d'immigrati attraverso l'esposizione « En attendant Saïgon » da visitare al Museo della Fotografia di Charleroi.

L'esposizione fotografica racconta la memoria collettiva, ovvero la trasmissione o la perdita dell'eredità culturale nel cuore dell'immigrazione. 

Charleroi | Fino al 22 gennaio 2023

Scoprite « Mexico Solo », un'esposizione di Ivan Alechine che racconta un paese oscillante tra credenze e modernità, al « Museo della Fotografia di Charleroi ».

Attraverso 40 fotografie in bianco e nero, Alechine descrive un volto triste del Messico in forte contrasto con la meta turistica sogno di molti viaggiatori. 

Charleroi | Fino al 22 gennaio 2023

Viaggio nel mitico paese dell'Iran al Museo della Fotografia di Charleroi, con l'esposizione « Sébastien Cuvelier : Paradise City ».

Attraverso una serie di sue fotografie, l'artista crea un dialogo tra l'Iran prima della caduta dello Shah e il paese di oggi. 

Charleroi | Fino al 22 gennaio 2023

Scoprite « Lisette Model », una dei maggiori esponenti della fotografia americana attraversa una sua emblematica serie di immagini esposte al Museo della Fotografia di Charleroi ».

Un'esposizione di 150 opere che evocano alcune sue serie emblematiche come La Promenade des Anglais a Nizza, i clochard di Paris o encora il gioco di gambe captate all'uscita della metropolitana di New York. 

La mostra propone una visione inedita e la più completa dell'opera dell'artista, mai presentata in Belgio. 

Liegi | Fino al 26 gennaio 2023

La Boverie di Liegi, l'esposizione « Collezioniste Rothschild » rende omaggio al gusto e alla personalità di 9 donne d'eccezione originarie di questa leggendaria famiglia.

Una selezione di oltre 350 opere vi porta all'incontro con grandi artisti e alla scoperta di collezioni di oggetti, di porcellane e di gioielli appartenuti ad alcune donne del ramo francese della famiglia.  

Namur | Fino al 5 marzo 2023

Con questa esposizione, « Museo Félicien Rops a Namur » vi invita a riscoprire « Charles Doudelet », un artista iscritto nel mondo de simbolismo belga e internazionale. 

Dipinti, disegni, illustrazioni di poesie, stampe, scenografie di tatro, testimoniano l'universo "fin de siècle" che Doudelet condivise con Maurice Maeterlinck.

Durbuy | Fino al 5 marzo 2023

L’esposizione « Art All Inclusive » mette in rilievo la tematica dell'handicap e dell'accessibilità attraverso l'arte. Oltre a sensibilizzare e di dare spazio ad artisti in situazione di handicap, l'esposizione ci invita a vedere il mondo da un altro punto di vista grazie alle opere esposte e ad esperienze immersive. 

La scelta del luogo, il Durbuy History & Art Museum, permette anche di porsi delle domande sull'accessibilità nei luoghi pubblici e di cultura. La mostra ci aiuta a prendere conoscenza delle nostre somiglianze piuttosto che delle differenze. 

 Approfittate di questa visita per conoscere Durbuy, la più piccola città del mondo.

La Louvière | Fino al 12 marzo 2023

In occasione dei 100 anni del pittore e scultore belga Pol Bury, la città di La Louvière organizza  un evento ludico che si svolge in vari luoghi della città e in vari periodi. 

L’evento « Pol Bury – 100 ans » ha lo scopo di conoscere meglio questo artista, di un uomo che si interroga sul suo lavoro, di artista appassionato dei materiali e curioso delle tecniche. 

Stavelot | Fino al 26 marzo 2023

Fotografo per il National Geographic, Joel Sartore, ha dedicato gran parte della sua vita a fotografare specie animali per stabilirne un repertorio della biodiversità mondiale. L'esposizione « National Geographic. Photo Ark rappresenta il risultato di questi anni di lavoro ed è proposta all'Abbazia di Stavelot.

Questo progetto con fotografie di straordinaria bellezza s'iscrive nel programma di protezione e conservazione della flora e della fauna del nostro pianeta e di sensibilizzarci a questa priorità. 

Louvain-la-Neuve | Du 25 novembre 2022 jusqu'au 26 mars 2023

Le Museo L nous propose de plonger dans le vaste sujet de la place de nos civilisations actuelles, tiraillées entre passé figé et futur à imaginer. 

L’exposition « Fossili e fiction » présente une sélection de fossiles comme témoins du passé dont nous avons encore beaucoup à apprendre. Le futur n’est pas non plus oublié car on y découvre des créations originales proposant des évolutions humaines et non humaines alternatives. Une exposition à ne pas manquer.

Morlanwelz | Jusqu'au 16 avril 2023

Il Museo reale di Mariemont propose un aperçu de la fascination égyptienne en Occident, de l'Antiquité à nos jours. « Egitto.l Eterna Passione » aborde l’un des symboles les plus marquants de l’Égypte ancienne : le cercueil et une multitude de personnes présente dans le processus de création et durant la vie de l’objet.

De plus, 2022 célèbre le bicentenaire du déchiffrement des hiéroglyphes par Jean-François Champollion, ainsi que le centenaire de la découverte du tombeau du pharaon Toutankhamon.

Mons | Jusqu'au 21 mai 2023

Pour comprendre le lien qui unit Mons à l’Afrique, visitez l’exposition « Identités décoloniales. De l’Afrique à Mons » au Mons Memorial Museum.

En association avec l’artiste Pitcho Womba Konga, cette exposition vous propose de vous interroger sur la question coloniale et ses enjeux actuels.

L’exposition parcourt l’histoire de la colonisation belge au Congo, au Rwanda et au Burundi, à travers une quarantaine de témoignages récoltés durant 1 an dans la région montoise. Elle vous offre de nouvelles clés de compréhension face aux représentations coloniales présentes dans l’espace public.